Eventi birra artigianale 16 – 18 settembre: Fermentazioni, come si comporta l’Italia birraria

Nuovo episodio del COSA BEVO IN GIRO, ancora non ripresi dal Villaggio della Birra, che già ci proiettiamo verso un’altra manifestazione molto importante per gli appassionati di birra di qualità del nostro Paese ed a cui non si può mancare. Venerdì 16 (dalle ore 16:00 alle 2:00), sabato 17 (dalle 12:00 alle 2:00) e domenica 18 settembre (dalle 12:00 alle 24:00) a Roma, nel bellissimo contesto delle Officine Farneto, andrà in scena la quarta edizione di Fermentazioni, il festival della birra di qualità dello Stivale. Un evento molto importante, utile per tastare il polso alla scena brassicola italiana, ma soprattutto imperdibile per poter assaggiare birre di consolidata fama e conoscere birrai emergenti, con una selezione di 30 birrifici che rappresentano praticamente tutto l’italico territorio.

fermentazioniOggi il movimento artigianale brassicolo italiano è in una fase molto importante, con birrifici storici che vengono acquisiti dalle multinazionali, con manifestazioni “di cultura birraria” sponsorizzate dai grandi gruppi industriali che si curano solo dei loro profitti, con una legge che disciplina ma che non riesce a mettere una linea netta di demarcazione tra chi ha intrapreso un percorso professionale e di passione e chi si è “improvvisato” tentando di cavalcare l’onda modaiola. E Fermentazioni in qualche modo funge da spartiacque, grazie all’organzizzazione e alla direzione di Andrea Turco, fondatore e autore di Cronache di Birra, il blogzine più famoso tra gli appassionati della birra artigianale, conoscitore e paladino della qualità birraria indipendente italiana. Pertanto è praticamente certo che i 30 ospiti del Festival siano birrifici di indubbia qualità, tra birrifici storici ed emergenti che proporranno per l’occasione birre davvero interessanti ed innovative.

Elenchiamo innanzitutto i birrifici presenti e la loro provenienza, evidenziando le “new entry” e i confermati dalla scorsa edizione:

  • Foglie D’Erba (Forni di Sopra, Udine) – confermatoglass
  • Brewfist (Codogno, Lodi) – confermato
  • Etnia (Sant’Alessio col Vialone, Pavia) – confermato
  • Eastside (Latina) – new entry
  • Birra dell’Eremo (Assisi, Perugia) – confermato
  • Birra Perugia (Perugia) – confermato
  • Opperbacco (Notaresco, Teramo) – confermato
  • BiRen (Sant’Agostino, Ferrara) – confermato
  • Canediguerra (Alessandria) – new entry
  • Birrificio del Doge (Zero Branco, Treviso) – new entry
  • Toccalmatto (Fidenza, Parma) – confermato
  • Piccolo Birrificio Clandestino (Livorno) – confermato
  • Croce di Malto (Trecate, Novara) – confermato
  • La Ribalta (Milano) – new entry
  • MC 77 (Serrapetrona, Macerata) – confermato
  • Birrificio di Cagliari (Cagliari) – confermato
  • Lambrate (Milano) – confermato
  • Bruton (San Cassiano a Moriano, Lucca) – confermato
  • L’Olmaia (Montepulciano, Siena) – confermato
  • Turan (Viterbo) – confermato
  • La Fucina (Pescolanciano, Isernia) – confermato
  • Manerba (Manerba del Garda, Brescia) – confermato
  • Birrificio Italiano (Luraco Marinone, Como) – confermato
  • La Casa di Cura (Crognaleto, Teramo) – confermato
  • Birradamare (Fiumicino, Roma) – confermato
  • P3 Brewing (Sassari) – new entry
  • Ritual Lab (Formello, Roma) – new entry
  • Birrone (Isola Vicentina, Vicenza) – confermato
  • Sorrento (Massa Lubrense, Napoli) – confermato
  • Birrificio Pontino (Latina) – confermato

Da Nord a Sud, da Est ad Ovest, tutta l’Italia birraria rappresentata ottimamente per una visuale a larga scala di come si comporta la scena brassicola nazionale.

Come in tutti i Festival non ci sarà solamente da bere, ma ci sarà tanto cibo di qualità a soddisfare le nostre fauci, con tante proposte gasrtronomiche per tutti i gusti, dai cibi di strada, agli hamburger e panini gourmet.

Ovviamente non mancherà la musica a fare da cornice alla manifestazione con dj set tutti e tre i gironi dalle 18:00, con una nuova partnership con Radio Rock, ma la ciliegina sulla torta di questa manifestazione sono i seminari, laboratori e workshop, molto interessanti e di ottima organizzazione che vi elenchiamo qui di seguito:

  • Sabato alle 12:00 il gruppo hombrewer TantaRes effettuerà una cotta pubblica dimostrativa;
  • Sabato alle 18:00 laboratorio “Fermentazioni italiane: le nuove birre dei birrifici nostrani; sei “novità brassicole” in degustazione con La 5 Riserva di L’Olmaia (golden ale labbarrel aged), L’Insolita di Birra Perugia (IGA), Hill Top di Manerba (Blonde Ale), La Molesta del Piccolo Birrificio Clandestino (Grapefruit IPA, proprio quella di cui abbiamo avuto l’onore di avere in anteprima al primo compleanno del nostro gruppo Facebook HOPERATION GOOD BEER), La birra il cui nome sarà deciso durante Fermentazioni 2016 di La Fucina (Salty Smoked), Taronja Pale Ale di Canediguerra (Pale Ale con scorza di arancia);
  • Sabato alle 20:30 laboratorio “Milano spara, Roma risponde: L’evoluzione birraria delle due principali città italiane raccontata dai loro protagonisti” con l’assaggio di 5 creazioni di alrtrettanti birrifici delle due metropoli (Lambrate, Birradamare, Ritual Lab, La Ribalta ed Eastside) curate da Eugentio Signoroni, curatore della “Guida alle Birre d’Italia” di Slow Food Editore;
  • Domenica alle 16:00 laboratorio “Frutta e spezie: aromatizzazioni in parallelo” con l’assaggio di 6 birre (Pontino, Cagliari, MC 77, Opperbacco, Casa di Cura, Foglie d’Erba i produttori) in cui l’ingrediente caratterizzante non è appunto il malto o il luppolo;
  • Domenica ore 18:00 tavola rotonda “Concorsi birrari: il caso di Birra dell’Anno” con una discussione aperta sull’evento più atteso e discusso tra i concorsi brassicoli con la presentazione in anteprima dell’edizione 2017;
  • Domenica ore 20:00 laboratorio “Birrificio Toccalmatto: tra creatività e innovazione” in cui il Mastro Birraio Bruno Carilli guiderà alla scoperta delle sue ultime cinque eccentriche, ma ben riuscite, mai scontate e intirganti produzioni.

Mi pare proprio sia una manifestazione imperdibile, su cui ci siamo volentieri soffermati e vi abbiamo fornito ogni dettaglio utile, costi a parte perchè oggettivamente ci sembra un aspetto molto marginale, ma se ve ne interessa vi rimandiamo al sito del festival.

Chiediamo venia agli altri eventi organizzati in contemporanea a Fermentazioni se non ci soffermiamo quanto l’Italian Craft Beer Fest, ma ci è parso ovvio scxiolinare tutte le caratteristiche affinchè un evento brassicolo riesca al meglio. Per farci perdonare però vi diamo una rapida carrellata (e relativo link all’evento facebook) degli altri apppuntamenti del weekend:

  • BeVè – Beer in Venice (evento)
  • Enjoy 2016 – Birrificio Italiano in festa! (evento)
  • First Cask @ FreakOut di Ostia (evento)
  • Happy b-day Mad Hop Roma (evento)
  • L’Argo alla Birra Vol. 2 (evento per il secondo anno del birrificio Argo).

Quindi nessuna scusa, l’unica cosa che conta è bere birra di qualità e adesso bere italiano significa bere bene. Ci vediamo a Fermentazioni, e appuntamento alla prossima settimana per un nuovo COSA BEVO IN GIRO. Salute.

 

 

 

Un pensiero riguardo “Eventi birra artigianale 16 – 18 settembre: Fermentazioni, come si comporta l’Italia birraria

I commenti sono chiusi