Eventi birra artigianale 25 – 28 febbraio: Buskers, Tree Folk’s, Public House 27, The Dome e Hop & Rock…un pub crawl italiano

COSA BEVO IN GIRO è inarrestabile e, nonostante Beer Attraction non sia ancora concluso (oggi l’ultimo giorno e già è in archivio l’appuntamento di Birra dell’Anno di cui vi rimandiamo al nostro articolo dei risultati) presentiamo una serie di eventi sparsi per i Pub della Penisola, da Roma a Trieste.

Partiamo dalla Capitale (dell’Italia ma soprattutto del consumo di birra artigianale) che p12715399_553002804867310_607975961739217672_nropone giovedì una Tap Takeover molto interessante allo storico Buskers Pub. Le 14 spine del locale saranno completamente a disposizione delle birre del birrificio inglese Burning Sky e del mastro birraio Mark Tranter, considerato tra i migliori d’Inghiterra, che, presente all’evento spillerà le sue creazioni per voi. Le birre che porterà sono menzionate all’interno dell’evento facebook che consiglia, tra l’altro, la prenotazione dei tavoli per la serata speciale.

Passiam12662497_1152132328154189_2219076336903277055_no quindi al secondo appuntamento romano, un pauroso festival organizzato dal Tree Folk’s Pub, storico pub attivo dal 2003, dove le protagoniste saranno le mitiche Real Ales, birre di stili anglosassoni rigorosamente serviti dai cask, tradizionali fusti inglesi. Il Londinium Cask Festival si svolgerà da giovedì e per tutto il weekend con la presenza di ben 30 birrifici, suddivisi in 10 di Londra, 10 di Roma e dintorni, 5 italiani e 5 inglesi. Ogni birra sarà spillata dai propri creatori presenti all’evento che porteranno due cask ciascuno per un totale di 60 cask per i quattro giorni del festival. Vi rimandiamo all’evento facebook per scoprire quali birrifici saranno presenti e quali birre porteranno per l’occasione. E’ proprio il caso di dire che ci saranno “caskate” di birra anglosassone, quella fatta dagli inglesi e quella reinterpretata dai nostrani birrifici.

Risalendo l’italico stiva11249316_1471848139792733_3153100037753939569_nle, se siete curiosi di conoscere uno dei tanti birrifici che nascono in questi periodi, giovedì a Firenze, il Public House 27, presenterà il neonato Birrificio Calibro 22, dedicando 5 spine alle sue birre, una Pale Ale, la Santa Barbara, una APA che dalle iniziali dei luppoli usati prende il nome di CCCP, la 1 Shoot 1 Kill, una Session da 4,2 %abv , una Mild, la Darkkiss e una quinta segretissima presentata proprio nella serata. Il birrificio, capitanato da Raimondo Melis, mastro proveniente dal mondo prima dell’homebrewing e poi delle beerfirm, è sito a Cavriglia, in provincia di Arezzo ed ha solo nove mesi di vita ma promette bene. Spazio dunque alle nuove leve in Toscana e alle loro birre.

In questo giro di pub sparsi per l’Italia era impossibile non fermarsi ad uno d12742359_1001586873210768_3735560064447401387_nei più famosi. E in contrapposizione all’evento fiorentino, il The Dome a Nembro (BG) celebrerà i 5 birrifici più “anziani” del movimento birrario artigianale italiano. Nella serata di sabato 27 il locale lombardo, con Lorenzo “Kuaska” Dabove ed Andrea Camaschella, presenterà I Miei Primi 20 Anni con protagonisti i birrifici storici che hanno dato il via al boom della birra di qualità. Con 4 spine per le birre di ognuno Baladin, Birrificio Italiano, BEBA, Birra Turbacci e Birrificio Lambrate con i loro birrai vi aspettano per ripercorrere il loro straordinario percorso, fatto di ettolitri di birra buona.

Terminiamo questo “pub crawl” nazionale arrivando proprio in cima, a Trieste in un locale nato da appena 4 mes12592669_535581493277036_6263250518229102781_ni ma che già si sta mettendo in evidenza per le birre e gli eventi che propone. Intrigante è la serata di venerdì all’ Hop & Rock in cui sarà ospite del locale Marco Pucciotti, uno degli imprenditori, se non l’imprenditore più attivo della (e per la) scena birraria con al suo attivo 4 locali romani di oramai rinomata fama (Hop&Pork, Epiro, Barley Wine e uno che deve ancora aprire ma che è già conosciuto, lo Sbanco). Marco però ha un suo primato davvero importante, ovvero quello di aver aperto l’Italian Job a Londra, il primo craft beer pub italiano all’estero, che recentemente ha festeggiato il suo anno di vita e che si propone di duplicarsi a breve con un crowdfunding dedicato. Tornando alla serata friulana, il Pucciotti si porterà le birre dei migliori birrifici del Lazio (e anche qualche birraio). Roma – Trieste andata e ritorno (qui l’evento facebook) porterà quella sfrontatezza luppolata tipica del Lazio al nord per una giornata imperdibile!

Anche per questa settimana per dare da bere agli assetati ci sono numerose possibilità, l’arsura dopo Rimini già si farà sentire e i pub italiani si sono adoperati per tutti voi amanti della birra buona. Appuntamento alla prossima settimana con  altri numerosi eventi.