Io? Bevo!

Quante volte, bevendo una birra, avete percepito sensazioni organolettiche diverse da quelle dei vostri compagni di pub oppure avete provato delle emozioni particolari che quella birra vi stava trsmettendo in quel preciso istante?!
Da questo schema prettamente personale, e dalla geniale mente di Obe, è partito il tormentone #bevisolote.
Si sta parlando di birra, non di fissione nucleare, di teoremi matematici impossibili o chissà quale altro mistero dell’Universo. Ed è inutile e assurdo stare a scervellarsi per trovare sfumature uguali al palato di un altro. Ci sono palati allenatissimi e altri che hanno bisogno di approfondire sapori sconosciuti, ci sono recettori più o meno sensibili, ci sono infinite combinazioni emotivo-sensoriali tali da non permetterci di percepire le solite sensazioni.
beersnobDa qui Bevi Solo Te.
Sei Te che stai bevendo la tua birra.
Sei Te che la amerai o la odierai.
Sei Te l’unico protagonista della tua bevuta.
Quindi abbiamo pensato di “recensire” le tante birre che ci bagnano golosamente l’ugola [cit.] e di giudicarle in prima persona. Le nostre descrizioni dovrete prenderle proprio come sensazioni personali e non come la “Bibbia del Degustatore”. Proveremo a presentarvi le birre anche in base al livello di difficoltà di bevuta in modo da consigliarvi e indirizzarvi. A seconda dell’ispirazione e del momento vedremo se suggerirvi vari abbinamenti in modo da rendere la vostra birra un’ottima compagna a tavola, sul divano, davanti alla TV, ed in qualsiasi altro luogo e momento della giornata.
La rubrica BevoSoloIo sarà incentrata pertanto sulle sensazioni dei palati di Ale, Bred e Obe che, a turnazione cercheranno, di darvi un’idea e, perché no, un aiuto su come riempire i vostri bicchieri.

Ale Bred e Obe